.

ShareThis

25 October 2013

BOGNER and the birth of Sports Fashion

Usually when you think of German fashion there are very few names that have made the history of costume, but among them there is BOGNER, the high-end sports brand founded in the 30s by the Nordic skiing world champion Willy Bogner, who together with his wife Maria Bogner invented the sports fashion.
The history of the brand and the personal lives of its protagonists are inevitably intertwined with the most luxury ski slopes, the cinema industry and even the Dolce Vita.

Solitamente quando pensiamo alla moda tedesca sono pochissimi i nomi realmente influenti a livello internazionale che hanno segnato la storia del costume, ma tra questi vi è sicuramente Bogner, marchio sportivo di alta gamma fondato negli anni 30 dal campione mondiale di sci nordico Willy Bogner che insieme alla moglie Maria Bogner inventò il concetto di "moda sportiva”. La storia del marchio e le vicende personali dei suoi protagonisti si intrecciano inevitabilmente con le piste da sci, il cinema e addirittura la dolce vita romana di via Veneto.

Sonia and Willy Bogner
Sonia and Willy Bogner

All began in 1932 when the Nordic ski champion Wilhelm Bogner, also known as Willy, decided to open a sportswear shop in Monaco. In 1936 he dressed the German national team at the VI Olympic Winter Games in Garmisch- Partenkirchen, starting a strategic partnership that will last for all the 17 editions. In 1937 Willy Bogner married Maria Lux, a very talented woman with a great sense of style who re-designed the male ski suits emphasizing the waist, turning them into a real fashion item.

Tutto ha inizio nel 1932 quando il pluricampione di sci nordico Wilhelm Bogner, detto Willy, decide di aprire a Monaco un'attività per la produzione e distribuzione di abbigliamento sportivo con la quale nel 1936 riuscirà a vestire ufficialmente la nazionale tedesca ai VI giochi olimpici invernali di Garmisch-Partenkirchen, una partnership strategica che durerà per tutte le 17 edizioni successive. Nel 1937 Willy Bogner sposa Maria Lux, che inizia a modificare le tenute maschili mettendo in risalto il punto vita, e grazie al suo gusto inizierà a curare l'aspetto creativo del marchio trasformando le tute da sci in un vero e proprio capo di moda.

Bogner 30s - courtesy of Bogner press office
Bogner 30s - Ph: courtesy of Bogner press office

The rise of the brand is abruptly interrupted by the Second World War, but in 1948 the Bogners organize a fashion show in Munich where debuts the new item designed by Maria, a windbreaker jacket with hood, front zip and elastic bands at the waist band. That moment marked the birth of the sports fashion.
The most prestigious fashion magazines of the world begin to talk about the phenomenon and even the stretch pants that Mary had designed for herself, become the must-have of the ski slopes worn by stars such as Marilyn Monroe, Jane Mansfield and Liz Taylor.

La brillante ascesa del marchio viene bruscamente interrotta dalla seconda guerra mondiale, ma nel 1948 l'azienda Bogner organizza una sfilata in cui debutterà un nuovo capo disegnato da Maria, una giacca a vento con cappuccio, zip frontale e banda elastica in vita. Quel momento segna la nascita della moda sportiva. Le più prestigiose testate di moda iniziano ad interessarsi al fenomeno e ben presto anche i pantaloni stretch che Maria aveva disegnato per sé stessa, diventano il must have delle piste da sci indossati da star del calibro di Marilyn Monroe, Jane Mansfield e Liz Taylor.

Bogner 40s - Ph: courtesy of Bogner press office
Bogner 40s - Ph: courtesy of Bogner press office

Vintage Bogner adv - Ph: Willy Bogner GmbH &Co. KGaA

Bogner ski suit on the cover of Grazia Italia, Dec 1951
Bogner ski suit on the cover of Grazia Italia, Dec 1951

The 50s were the years of the business expansion and soon Willy Bogner junior, the youngest of 3 children, follows in the footsteps of his father becoming a ski champion at only 16 years old. Later he begins to work for the family business as a photographer and in 1964 he films Skifaszination, a film which emphasizes the beauty of alpine skiing with amazing choreographies on slopes made by several ski champions wearing Bogner suits. However, the real breakthrough for Willy jr. came with the James Bond movies for which he realizes all the shootings on skis, holding the camera at the knees following the secret agent in 3 different films of the 007 series. 
Time goes by but Bogner style is always forward, Maria never looks back. She always tries to balance style and practicality and in the 60s she designs the famous Nancy skirt which hides the belly bulge thanks to its strategic frontal pleats and huge side pockets. The Nancy skirt will become one of the Bogner's bestseller for the following 15 years.

Gli anni 50 sono gli anni dell'espansione e ben presto (anni '60-'70) anche i 3 figli di Maria e Willy seguono le orme dei genitori, soprattutto il più piccolo Willy Bogner junior che diventa campione di sci a soli 16 anni e inizia a lavorare per l'azienda di famiglia in qualità di fotografo e regista. Nel 1964 realizza il film Skifaszination, enfatizzando la bellezza dello sci alpino e creando le prime coreografie su neve, con sciatori professionisti che indossano i completi Bogner dai colori sgargianti, ma il vero successo arriva con i film di James Bond per cui Willy realizza tutte le riprese su sci, tenendo la telecamera all'altezza delle ginocchia e riprendendo le spericolate discese dell'agente segreto in ben 3 film della serie 007.
Gli anni passano e lo stile di Bogner rimane sempre al passo coi tempi, Maria infatti non guarda mai indietro, cercando di bilanciare stile e praticità, negli anni 60 disegna capi di successo come la gonna Nancy, che nasconde la pancia grazie alla strategica piega frontale e alle maxi tasche laterali, uno dei best seller Bogner per ben 15 anni consecutivi.


Skifaszination - Willy Bogner - 1964

Bogner 60s - Ph: courtesy of Bogner press office
Bogner 60s - Ph: courtesy of Bogner press office

Willy Bogner while filming on the ski - Ph: Courtesy of Bogner press office
Willy Bogner while filming on the ski - Ph: Courtesy of Bogner press office

Bogner - James Bond - For Your Eyes Only
Bogner blue ski suit in James Bond film "For Your Eyes Only"
Ph: Thesuitsofjamesbond.com

Bogner white Ski-Suit in James Bond film "A View to a Kill"
Bogner white Ski-Suit in James Bond film "A View to a Kill"
Ph: TheSuitsOfJamesBond.com

Bogner yellow Ski-Suit in James Bond film "The Spy Who Loved Me"
Bogner yellow Ski-Suit in James Bond film "The Spy Who Loved Me"
Ph: TheSuitsOfJamesBond.com

The 70s marked another turning point for Bogner: Willy jr. presented his first collection, Formula W, writing the new style codes for the ski suits using high-tech materials which allow him to design a super slim fit silhouette. On December 1972 Willy jr. marries Sonia Ribeiro, a charming Brazilian girl, who went to Rome to follow her sister, the movie star Florinda Balkan. She lived the dolce vita dream and worked as a model in the atelier of Valentino Garavani where she was noticed by Maria Bogner, who decided to take her to Monaco for the Bogner advertising campaign.

Gli anni 70 segnano un'ulteriore svolta per l'azienda Bogner. Willy jr. presenta la sua prima collezione, Formula W, che attraverso materiali high-tech ed una rinnovata silhouette super aderente esprimono i nuovi codici dello stile da neve. I cambiamenti però si avvicendano anche nella vita personale: nel dicembre del 1972 Willy jr. sposa Sonia Ribeiro, un'affascinante ragazza brasiliana, che giunta a Roma per seguire le orme della sorella e star del cinema italiano Florinda Bolkan, lavora come modella presso l'atelier di Valentino Garavani dove viene notata da Maria Bogner, che decide di portarla con sé a Monaco per le campagna pubblicitarie Bogner Sport.

Formula W ski suits with W-shaped contours - Ph:Willy Bogner GmbH & Co. KGaA
Formula W ski suits with W-shaped contours - Ph:Willy Bogner GmbH & Co. KGaA
Willy jr. , Sonia and Valentino Garavani
Willy jr. , Sonia and Valentino Garavani 16 Dec 1972
Photo taken from the book "Bogner moments: 1932-2012" celebrating the 80th anniversary of the brand

Sonia's style and charisma conquer the whole family and in 1979 she succeded Maria becoming chief designer. With Willy jr. they form an unbeatable duo and expand the family business to this day with new lines: Bogner Fire+Ice, featured by a more casual and youthful spirit; and Sonia Bogner (1992), the chic women's clothing line which reflects the elegance and style of Sonia herself.

Lo stile ed il carisma di Sonia conquista tutta la famiglia e nel 1979 diventa chief designer, formando con Willy jr. un duo imbattibile, allargando a tutt'oggi il business familiare con nuove linee: Bogner Fire + Ice, dallo spirito più casual e giovanile; e Sonia Bogner (1992), la linea di abbigliamento femminile dall'impronta decisamente più chic che rispecchia l'eleganza e lo stile della stessa Sonia.

Bogner 80s - Ph: Courtesy of Bogner press office
Bogner 80s - Ph: Courtesy of Bogner press office

Bogner 90s - Ph: Courtesy of Bogner press office
Bogner 90s - Ph: Courtesy of Bogner press office

Bogner 2012 - Ph: Courtesy of Bogner press office
Bogner 2012 - Ph: Courtesy of Bogner press office

Thanks to the high quality of the garments that since 1932 have made famous the small company of Willy Bogner, thanks to the continuous research and experimentation with warmer and lighter high tech materials and thanks to the 80 years of experience in the sportswear fied, Bogner is the only worldwide top brand that can proudly claim the invention of sports fashion.

Grazie all'altissima qualità dei capi che sin dal 1932 hanno reso celebre la piccola azienda di Willy Bogner, grazie alla continua ricerca e sperimentazione sui materiali high tech sempre più caldi e più leggeri, e grazie agli oltre 80 anni di esperienza, Bogner continua ancora oggi ad essere uno dei top brand per la moda sportiva potendone fieramente rivendicare la sua invenzione.

Alessandro Masetti - The Fashion Commentator

Photo credits: Bogner press office;  Bogner.comTeNeues;  TheSuitsOfJamesBond.com

18 comments:

  1. Questo blog sta diventando la "Wikipedia della Moda".
    Complimenti.
    Baci
    Ila

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    ReplyDelete
  2. sarebbe bello cercare di recuperare brand, aziende e nomi che hanno fatto della moda una storia e la storia della moda!

    ReplyDelete
  3. Post bellissimo, di gusto e con tanta informazione. Grazie Alessandro.

    ReplyDelete
  4. amo le immagini vintage che hai utilizzato. Ti ringrazieranno i patiti del fashion germanico (chi???) per la rilevanza data loro!

    ReplyDelete
  5. Non conoscevo Bogner e so che ti farò raccapricciare.
    Mi ha fatto piacere però scoprirlo grazie al tuo racconto che racconta le tappe salienti di questo marchio. Inoltre, hai ragione su una cosa: sugli stilisti tedeschi pochi sono i nomi che mi vengono in mente.
    marti
    Glamour Marmalade

    ReplyDelete
  6. Bravo, bellissimo articolo. A dire il vero il nome Bogner non mi era nuovo ma onestamente non avrei mai saputo contestualizzarlo. Adesso ho le idee decisamente più chiare.
    Bellissime le immagini di archivio e anche il video. Stupenda Sonia Ribeiro.

    Alessia
    ElectroMode

    ReplyDelete
  7. Non conoscendo il marchio non ho potuto che apprezzare questo post :) E' sempre bello conoscere cose nuove e ampliare i propri orizzonti :D

    Kiss ♥
    BecomingTrendy | Follow me on FB & Bloglovin'

    ReplyDelete
  8. Sono contenta di essere tornata qui, felice di poter apprendere cose nuove. Maria Bogner inventò il concetto di moda sportiva? Ora conosco meglio tutto! Grazie. Per la cura. Di tutto.

    ReplyDelete
  9. Sai che non sapevamo che Bogner producesse ancora??!
    Si in effetti il panorama tedesco non offre molti grandi nomi al momento..anche se è in forte espansione!
    Come erano belle le compagne pubblicitarie di un tempo??!

    XOXO

    Marci&Cami

    Paillettes&Champagne

    ReplyDelete
  10. Conoscevo Bogner, ma non avevo mai approfondito la storia del brand, decisamente interessante!

    GFD by Giorgio Schimmenti

    ReplyDelete
  11. ma quanto adoro questi tuoi SUPER editoriali che mi fanno conoscere sempre nuove cose??? *_*
    bentornato ale! :D
    xxo

    Syriously in Fashion
    Syriously Facebook Page

    ReplyDelete
  12. Questo post dovrebbe far parte dell'enciclopedia della moda :)
    Una storia del brand eccezionale, ben scritta e soprattutto che non ti fa annoiare dopo il primo rigo.
    Daniela Kaos

    ReplyDelete
  13. quante informazioni, sul tuo blog non si finisce mai di imparare!

    ReplyDelete
  14. Non conoscevo questo brand e non sapevo tutta la sua storia :)

    ReplyDelete
  15. Non sono una grande fan della moda sportiva in quanto io e lo sport viviamo su due rette parallele destinate a non incontrarsi ma queste foto vintage sono uno spettacolo: quella con i giacchetti a pois è adorabile!

    ReplyDelete
  16. Such a cool brand, I didn't know it, but for sure i'll keep an eye on it! thanks for sharing!

    ReplyDelete
  17. Comunque è vero, pochi nomi vengono alla mente di stilisti tedeschi e queste foto "vintage" le adoro! *_*

    Love&Studs

    ReplyDelete

Thanks for your visit and leave a comment if you like this post

Follow The Fashion Commentator also on
Facebook | Bloglovin | Twitter | Pinterest | Tumblr | Google+| Instagram

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...